Politiche Attive del Lavoro

Progetto Ricollocati

La finalità generale del progetto è di dare vita a percorsi di incontro domanda/offerta aventi l’obiettivo di favorire l’accesso al lavoro dei destinatari finali, attraverso attività di accompagnamento e formazione presso imprese, partendo dall’individuazione di potenzialità occupazionali esistenti.

Il progetto si articola mediante la realizzazione di 2 laboratori pre-professionali nei settori:

  • Segreteria;
  • Addetto pulizie.

Verranno pertanto realizzate le seguenti attività:
  • Attività di costruzione o ricostruzione di competenze di accesso al mercato del lavoro quali orientamento, consulenza orientativa, tutoraggio e accompagnamento al lavoro, conoscenza della normativa, incontro domanda/offerta;
  • Attività di formazione specifica personalizzata;
  • Periodo di tirocinio in azienda.

Buono Servizi Lavoro per persone in condizione di particolare svantaggio

La finalità perseguita attraverso la presente misura è l’erogazione di servizi di politica attiva del lavoro che supportino l’inclusione socio-lavorativa delle persone in condizioni di vulnerabilità e marginalità, offrendo azioni di orientamento professionale ed esperienze in impresa.

Il Buono Servizi comprende:

  • Servizi di orientamento, base e specialistico, azioni di ricerca attiva del lavoro e accompagnamento al lavoro;
  • Servizi di tutoraggio in impresa per tirocinio e contratti brevi e lunghi;
  • Servizio di incontro domanda/offerta.

Al Buono Servizi Lavoro può accompagnarsi il riconoscimento delle seguenti misure incentivanti:
  • Per i tirocini attivati nei confronti dei destinatari nell’ambito del presente Bando, è previsto un contributo a copertura dell’indennità di tirocinio corrisposta dall’impresa;
  • Nei confronti dei destinatari in condizione di particolare bisogno economico, potrà essere riconosciuto un contributo per la partecipazione ai percorsi di politica attiva.

Progetto di inserimento lavorativo - Diapsi

Il progetto si pone un duplice obiettivo:

  • Offrire un’opportunità di formazione, tirocinio e per alcuni anche lavoro, ad utenti con disabilità psichiatrica che presentano profili medio – alti e/o attitudine a lavori commerciali e/o amministrativi;
  • la preparazione al mondo del lavoro di alcuni soggetti non immediatamente occupabili a causa della disabilità psichiatrica.

Saranno prese in carico n. 10 persone, segnalate dall’Associazione Diapsi Vercelli Onlus, in collaborazione con i servizi socio – sanitari territoriali, alle quali saranno offerte:
  • 16 ore di orientamento professionale (elaborazione cv, ricerca attiva del lavoro, conoscenza del mercato del lavoro attuale e dei nuovi contratti, modalità di interazione in un contesto lavorativo);
  • 50 ore di formazione specialistica, erogata da docenti professionisti di alto livello; in particolare i partecipanti al progetto potranno scegliere tra due percorsi formativi (Addetto uffici segreteria e amministrazione, Addetto ufficio comunicazione e marketing);
  • 3 mesi di tirocinio di 20 h settimanali;
  • 20 ore di tutoraggio del tirocinio, con il fine di rielaborare l’esperienza e affrontare eventuali criticità. Saranno messi in atto da parte di uno psicologo psicoterapeuta, una serie di interventi riabilitativi (motivazionali, psicoeducativi, neuropsicologici, di counselling individuale e familiare) atti a correggere le disfunzioni e supportare l’attività lavorativa.

Servizi integrati nell’area dell’assistenza familiare mediante reti territoriali

La finalità generale del progetto è di formalizzare e consolidare la rete di servizi locali che operano a supporto dell’inserimento lavorativo di assistenti familiari e del mantenimento nel tempo del rapporto di lavoro. Le azioni riguardano il coordinamento della rete già esistente, la gestione di sportelli locali finalizzati a favorire l'incontro tra domanda di lavoro formulata dalle famiglie che hanno in carico componenti necessitanti assistenza e l'offerta di personale specializzato presente sul territorio, il riconoscimento delle competenze in possesso delle persone e la qualificazione delle assistenti familiari al fine di rispondere adeguatamente alla domanda espressa dalle famiglie. Viene offerto un supporto informativo e consulenziale in materia di contrattualistica al fine di ridurre il ricorso al lavoro irregolare. Viene sostenuto l'inserimento nei nuclei familiari tramite azioni di tutoraggio e di accompagnamento al lavoro.

Il progetto è volta a migliorare l’accesso delle donne all’occupazione e ridurre le disparità di  genere  tramite il raggiungimento di due distinti obiettivi:
1) riduzione delle incombenze di cura per le donne con familiari necessitanti assistenza;
2) incremento delle opportunità lavorative regolari nel settore dell'assistenza familiare.

Buono Servizi Lavoro per disoccupati da almeno 6 mesi

La finalità perseguita attraverso la presente misura è l’erogazione ai soggetti disoccupati, percettori e non, di servizi e misure di politica attiva volti a orientare le persone ed offrire esperienze in impresa per un inserimento stabile nel mercato del lavoro.

Il Buono Servizi comprende:

  • Servizi di orientamento, base e specialistico, azioni di ricerca attiva del lavoro e accompagnamento al lavoro;
  • Servizi di tutoraggio in impresa per tirocinio e contratti brevi;
  • Servizio di incontro domanda/offerta.

Al Buono Servizi Lavoro può accompagnarsi il riconoscimento delle seguenti misure incentivanti:
  • Per i tirocini attivati nei confronti dei destinatari nell’ambito del presente Bando, è previsto un contributo a parziale copertura dell’indennità di tirocinio corrisposta dall’impresa;
  • Nei confronti dei destinatari in condizione di particolare bisogno economico, potrà essere riconosciuto un contributo per la partecipazione ai percorsi di politica attiva.

Garanzia Giovani

Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Prevede un programma di politiche attive del lavoro, costituito da percorsi di istruzione e formazione professionale e servizi di orientamento, inserimento lavorativo e/o tirocini.
Il Piano prevede la realizzazione dei seguenti indirizzi strategici:

  • Offrire interventi di natura preventiva ai giovani tra i 15 ed i 18 anni che hanno interrotto prima del termine i percorsi di istruzione e formazione, promuovendo azioni positive di contrasto all'abbandono scolastico;
  • Offrire ai giovani tra i 15 ed i 29 anni opportunità di tirocinio e inserimento occupazionale mediante l’intermediazione degli operatori dei servizi al lavoro;
  • Assicurare ai giovani non avviati entro 4 mesi un’azione diretta di presa in carico da parte dei Centri per l’Impiego per l’attivazione di percorsi mirati di rinforzo delle competenze.

Garanzia Giovani Piemonte

Garanzia Giovani Piemonte è un progetto straordinario della Regione Piemonte rivolto ai giovani tra i 15 e i 24 anni..
Attraverso l'iscrizione al portale web del progetto i candidati possono ricevere entro 4 mesi:

  • proposte di lavoro in Piemonte, in Italia e all'Estero;
  • proposte di formazione finalizzata all'occupazione e di tirocinio anche fuori regione ed all'estero;
  • inviti a partecipare ad iniziative specialistiche di orientamento sulla domanda delle imprese e le opportunità di lavoro;
  • servizi informativi circa opportunità nel campo del volontariato, della cooperazione e del servizio civile;
  • servizi per conoscere l'offerta formativa post diploma e post laurea al fine di specializzarsi;
  • servizi orientativi e di sostegno al rientro in percorsi d'istruzione e formazione finalizzati al conseguimento di qualifiche professionali e diplomi di livello secondario o titoli universitari;
  • servizi informativi finalizzati alla creazione di impresa.

Servizi di ricollocazione rivolti a lavoratori/lavoratrici colpiti/e dalla crisi - Azione 1.a

La finalità del progetto è di supportare le lavoratrici ed i lavoratori espulsi dai settori tessile/ICT/lavorazioni meccaniche al fine di potenziare le loro competenze per un reinserimento nel mondo del lavoro. Tutti i servizi erogati sono flessibili e personalizzati e sono definiti mediante la sottoscrizione del Piano di Azione Individuale. L’insieme dei servizi erogati ai destinatari del progetto è il seguente:

  • Accoglienza – Informazioni sulle modalità di fruizione del servizio e presa in carico del soggetto;
  • Consulenza orientativa – colloqui di orientamento, counselling orientativo, sperimentazione dossier delle evidenze;
  • Accompagnamento al lavoro – preparazione a colloqui di lavoro, supporto all’autopromozione, redazione lettere di accompagnamento al CV, promozione di convenzioni di tirocinio e stage, tutoraggio percorsi di tirocinio e stage, consulenza per la creazione d’impresa;
  • Incontro domanda/offerta – scouting e promozione dell’utente nei confronti delle imprese, individuazione opportunità lavorative, accompagnamento a pre-selezione e selezione.

Artigiani della Creatività

La finalità generale del progetto è di dare vita a percorsi di incontro domanda/offerta aventi l’obiettivo di favorire l’accesso al lavoro dei destinatari finali, attraverso attività di accompagnamento e formazione presso imprese, partendo dall’individuazione di potenzialità occupazionali esistenti.

Il progetto si articola mediante la realizzazione di 2 laboratori pre-professionali nei settori:

  • Piccole riparazioni sartoriali;
  • Pasticceria.

Verranno pertanto realizzate le seguenti attività:
  • Attività di costruzione o ricostruzione di competenze di accesso al mercato del lavoro quali orientamento, consulenza orientativa, tutoraggio e accompagnamento al lavoro, conoscenza della normativa, incontro domanda/offerta;
  • Attività di formazione specifica personalizzata;
  • Periodo di tirocinio in azienda.

Realizzazione di interventi per l’inserimento/reinserimento lavorativo rivolti a persone disoccupate – periodo 2013-2015

La finalità del progetto è di supportare le persone disoccupate al fine di potenziare le loro competenze per un reinserimento nel mondo del lavoro. Tutti i servizi erogati sono flessibili e personalizzati e sono definiti mediante la sottoscrizione del Patto di servizio con il Centro per l’Impiego ed il Piano di Azione Individuale. L’insieme dei servizi erogati ai destinatari del progetto è il seguente:

  • Accoglienza – Informazioni sulle modalità di fruizione del servizio e presa in carico del soggetto;
  • Consulenza orientativa – colloqui di orientamento, counselling orientativo, sperimentazione dossier delle evidenze;
  • Accompagnamento al lavoro – preparazione a colloqui di lavoro, supporto all’autopromozione, redazione lettere di accompagnamento al CV, promozione di convenzioni di tirocinio e stage, tutoraggio percorsi di tirocinio e stage, consulenza per la creazione d’impresa;
  • Incontro domanda/offerta – scouting e promozione dell’utente nei confronti delle imprese, individuazione opportunità lavorative, accompagnamento a pre-selezione e selezione;
  • Realizzazione di percorsi formativi.

Buono Servizi Lavoro per persone con disabilita'

La finalità perseguita attraverso la presente misura è Favorire l’inclusione socio-lavorativa delle persone con disabilità, iscritti alla legge 68/99, attraverso azioni di orientamento professionale ed esperienze in impresa.

Il Buono Servizi comprende:

  • Servizi di orientamento, base e specialistico, azioni di ricerca attiva del lavoro e accompagnamento al lavoro;
  • Servizi di tutoraggio in impresa per tirocinio e contratti brevi e lunghi;
  • Servizio di incontro domanda/offerta.

Al Buono Servizi Lavoro può accompagnarsi il riconoscimento delle seguenti misure incentivanti:
  • Per i tirocini attivati nei confronti dei destinatari nell’ambito del presente Bando, è previsto un contributo a copertura dell’indennità di tirocinio corrisposta dall’impresa;
  • Nei confronti dei destinatari in condizione di particolare bisogno economico, potrà essere riconosciuto un contributo per la partecipazione ai percorsi di politica attiva.

Realizzazione di interventi di riqualificazione e reinserimento lavorativo di persone occupate a rischio di perdita del posto di lavoro – periodo 2013-2015

La finalità del progetto è di supportare le lavoratrici ed i lavoratori in Cassa Integrazione ed in mobilità al fine di potenziare le loro competenze per un reinserimento nel mondo del lavoro. Tutti i servizi erogati sono flessibili e personalizzati e sono definiti mediante la sottoscrizione del Patto di servizio con il Centro per l’Impiego ed il Piano di Azione Individuale. L’insieme dei servizi erogati ai destinatari del progetto è il seguente:

  • Accoglienza – Informazioni sulle modalità di fruizione del servizio e presa in carico del soggetto;
  • Consulenza orientativa – colloqui di orientamento, counselling orientativo, sperimentazione dossier delle evidenze;
  • Accompagnamento al lavoro – preparazione a colloqui di lavoro, supporto all’autopromozione, redazione lettere di accompagnamento al CV, promozione di convenzioni di tirocinio e stage, tutoraggio percorsi di tirocinio e stage, consulenza per la creazione d’impresa;
  • Incontro domanda/offerta – scouting e promozione dell’utente nei confronti delle imprese, individuazione opportunità lavorative, accompagnamento a pre-selezione e selezione;
  • Realizzazione di percorsi formativi.

Garanzia Giovani Disabili

I percorsi di politica attiva del lavoro finanziati da Garanzia Giovani Disabili si rivolgono a giovani disabili di età compresa fra 16 e 29 anni e intendono favorirne, attraverso esperienze professionali, l’inclusione socio–lavorativa mediante azioni di orientamento specialistico, accompagnamento al lavoro, ricerca attiva e tutoraggio all’inserimento in impresa (sia in caso di tirocinio sia in caso di assunzione).

È inoltre prevista in caso di tirocinio la corresponsione di un contributo del Fondo Regionale Disabili a copertura dell’indennità di tirocinio.

Servizi per l’inclusione socio – lavorativa di persone particolarmente svantaggiate e a rischio o vittime di discriminazione e per l’inserimento qualificato e reinserimento al lavoro di donne giovani e adulte

L’obiettivo del progetto è di creare occasioni per incrementare le competenze di base, tecnico – professionali e trasversali dei destinatari del progetto, tenendo conto contemporaneamente delle attitudini della singola persona presa in carico e delle richieste del mercato del lavoro, in modo da strutturare dei percorsi proficui e fruttuosi. L’inserimento in tirocinio è fondamentale in ogni percorso di supporto all’inserimento lavorativo, e pertanto sarà garantito a tutte le persone in carico. Verranno realizzati 19 percorsi così declinati:

  • 10 percorsi di inclusione socio – lavorativa di persone a rischio o vittime di discriminazione sulla base dell’etnia, età, religione, disabilità, genere, orientamento sessuale;
  • 3 percorsi per l’inserimento qualificato nel mercato del lavoro di donne mediante l’utilizzo di strumenti, servizi e strategie anche di tipo innovativo per l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro;
  • 6 percorsi per il reinserimento al lavoro di donne adulte disoccupate attraverso il riconoscimento delle esperienze e il rinforzo delle competenze mediante azioni di rimotivazione ed empowerment e l’utilizzo di strumenti, servizi e strategie anche di tipo innovativo per l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro;
  • Sensibilizzare le aziende del territorio, con particolare riferimento a quelle coinvolte nel progetto, sui temi relativi alle Pari Opportunità ed alla Conciliazione.

E.T.O.S. Effective Training for Outsiders of Society

Il progetto è rivolto principalmente agli operatori della formazione professionale per gli adulti, ed agli enti locali che hanno competenza in materia di lavoro e formazione professionale. L’obiettivo è quello di creare una nuova metodologia formativa che possa essere efficace per fornire e certificare le competenze di base a persone che normalmente hanno problemi nel frequentare e portare a termine con successo i “normali” percorsi formativi.

La nuova metodologia sarà quindi rivolta a quegli adulti che, nella maggior parte dei casi non riescono ad accedere o abbandonano precocemente i percorsi di formazione professionale classici, restando senza alcuna certificazione sia delle competenze di base che di quelle specialistiche.
La nuova metodologia, che sarà sperimentata durante il progetto, sarà estremamente pratica e si svolgerà quasi totalmente in azienda; gli imprenditori  (adeguatamente formati e supportati da tutor esperti) diventeranno quindi i docenti diretti degli allievi.

L’obiettivo è quello di dimostrare che una formazione molto pratica è più fruibile rispetto ad una formazione “classica” per le persone che, a vari livelli, presentano difficoltà di apprendimento.

Il progetto svilupperà inoltre una forma di certificazione delle competenze acquisite dai beneficiari, in accordo con il sistema europeo di certificazione E.C.V.E.T.  L’idea è di certificare le competenze non solo a fine percorso ma anche in itinere, in modo che le persone, in caso di abbandono dei percorsi, possano comunque vedersi riconosciute le competenze e le abilità acquisite fino a quel momento.

Per approfondimenti: http://www.etosproject.eu/index.php?lang=it


L.E.A.F. Laboratori Esperienziali di Apprendimento e Formazione

La finalità generale del progetto è di creare delle opportunità di collocazione lavorativa per soggetti disabili con scarsa occupabilità, sia per il lungo periodo di assenza dal mercato del lavoro, sia per i problemi, sia fisici che psichici, che limitano fortemente le loro possibilità di essere reinseriti al lavoro.

Il progetto è quindi improntato al recupero dell'occupabilità ed all'acquisizione di competenze minime, di base e trasversali, per interagire all'interno di un contesto lavorativo, mediante la realizzazione di una combinazione tra formazione d’aula e addestramento on the job.

Il progetto si articola mediante la realizzazione di 2 laboratori pre-professionali nei settori:

  • Assemblaggio e confezionamento
  • Pulizie civili e industriali

Servizi per la realizzazione di percorsi di integrazione e (re)inserimento lavorativo di persone in condizione di disagio o discriminazione

La finalità generale del progetto è di creare delle opportunità di formazione/apprendimento e collocazione lavorativa per soggetti appartenenti alle fasce svantaggiate, facendo conoscere alle aziende una parte della forza lavoro sulla quale diversamente farebbero poco conto, unendo le competenze e le capacità di queste persone (sia già presenti che da acquisire attraverso i laboratori pre professionali) con una combinazione di tirocini e incentivi all’assunzione che possano essere per l’azienda un “pacchetto appetibile” e conveniente, permettendo così di creare un incontro proficuo per ambo le parti.

Il progetto si articola mediante la realizzazione di 3 laboratori pre-professionali nei settori:

  • Pasticceria e arte bianca
  • Manutenzione aree verdi
  • Pulizie civili e industriali

Direttiva pluriennale per la programmazione e gestione delle misure di potenziamento delle competenze per le lavoratrici e i lavoratori colpiti dalla crisi economica

La finalità del progetto è di supportare le lavoratrici ed i lavoratori in Cassa Integrazione ed in mobilità al fine di potenziare le loro competenze per un reinserimento nel mondo del lavoro.

Tutti i servizi erogati sono flessibili e personalizzati e sono definiti mediante la sottoscrizione del Patto di servizio con il Centro per l’Impiego ed il Piano di Azione Individuale.

L’insieme dei servizi erogati ai destinatari del progetto è il seguente:

  • Accoglienza – Informazioni sulle modalità di fruizione del servizio e presa in carico del soggetto
  • Consulenza orientativa – colloqui di orientamento, counselling orientativo, bilancio di competenze, bilanci di prossimità
  • Informazione orientativa – consultazione degli strumenti per la ricerca di opportunità di formazione e lavoro
  • Attività di ricollocazione – tutoraggio della persona nell’inserimento lavorativo, incontro domanda/offerta
  • Formazione – progettazione di percorsi formativi finalizzati all’inserimento lavorativo e/o per l’aggiornamento professionale

Servizi specialistici di incontro domanda e offerta di assistenza familiare

La finalità generale del progetto è di sviluppare di un sistema di servizi integrato che metta in rete tutti gli attori che a vario titolo sono coinvolti nel lavoro di cura: le assistenti familiari, gli anziani e le loro famiglie, coinvolgendo attivamente:

  • Comuni e consorzi socio – assistenziali
  • OO.SS. e Patronati
  • Questura e Prefettura
  • ASL
  • Associazioni di immigrati
  • Privato sociale in genere

Parallelamente si sono creati una serie di sportelli informativi dislocati presso i Centri per l’impiego e gli Sportelli Lavoro provinciali, per favorire l’incrocio domanda/offerta con l’obiettivo di supportare famiglie e assistenti nell’iter del matching, della stipula del contratto e della soluzione di controversie e problematiche sorte nel corso della relazione assistente-assistito.

Gli obiettivi di progetto in sintesi:

  • Coprire il territorio Provinciale attraverso la realizzazione di sportelli presso il Cpi di Novara, Borgomanero e presso gli Sportelli Lavoro di Galliate, Romentino, Arona, Oleggio e Gemme.
  • Contribuire alla regolarizzazione di rapporti in nero o in grigio, fornendo un’adeguata informazione sulla contrattualistica e normativa, in collaborazione con gli enti territoriali preposti e realizzando azioni qualificate e mirate di incrocio domanda/offerta
  • Contribuire alla stabilizzazione ed alla qualità dei rapporti di lavoro realizzando azioni di matching mirate e calibrate sia sulle esigenze dell’anziano che sulle effettive competenze delle aspiranti assistenti famigliari e fornendo un servizio di tutoraggio sull’inserimento lavorativo
  • Raccogliere i fabbisogni formativi e di qualificazione
  • Partecipare alle sperimentazioni sulla rilevazione/certificazione delle competenze delle assistenti famigliari, secondo quanto previsto dalla Regione Piemonte, segnalando le utenti dello Sportello interessate alla certificazione.

Iniziativa Comunitaria Equal Fase I – “Have a Chance!”

La finalità del progetto è quella di aumentare l’occupabilità di individui in cerca di occupazione e iscritti nelle liste del Centro per l’Impiego.
L’iniziativa è realizzata dalla Partnership di Sviluppo denominata Job Local Network, composta dai principali attori del Mercato del Lavoro Vercellese: la Provincia di Vercelli, i Centri per l’Impiego, le Associazioni Datoriali, le Agenzie Formative e un consorzio di cooperative.

Il progetto ha previsto la realizzazione di un percorso di orientamento con operatori esperti composto da due incontri individuali il cui obiettivo consiste nell’evidenziare le competenze lavorative acquisite durante precedenti rapporti di lavoro e/o esperienze personali.
Parallelamente gli operatori hanno condotto un‘analisi dei fabbisogni professionali delle imprese presenti sul territorio provinciale al fine di individuare possibili inserimenti lavorativi.

I dati relativi ai fabbisogni delle imprese sono stati utilizzati per selezionare, tra coloro che hanno partecipato al percorso di orientamento, 60 persone che hanno frequentato un percorso integrato di inserimento lavorativo composto formazione e tirocinio in azienda.

Iniziativa Comunitaria Equal Fase II - “VAL.I.”

Il progetto parte dal presupposto che il Mercato del Lavoro e le Persone siano in continuo mutamento e soggette, nell'arco della propria vita, ad eventi traumatici che possono incidere sulle abilità, sulla produttività, ecc.

VAL.I prevede l'elaborazione di un innovativo ruolo professionale, l'esperto di climi aziendali, che ha operato in un sistema di servizi collocati presso le aziende e/o rappresentanze datoriali/sindacali fornendo un supporto ai lavoratori e una consulenza alle aziende nella gestione delle Risorse Umane in un'ottica di potenziamento di efficienza ed efficacia delle stesse e di Responsabilità Sociale.

Si è agito sul versante dei lavoratori garantendo: supporto nei momenti di crisi, valutazione ed analisi delle competenze possedute, rinforzo delle competenze personali e professionali.

Per approfondimenti: http:// www.equalvali.it

Iniziativa Comunitaria Equal Fase II - “ITER”

Il problema all’origine dell’intervento è rappresentato da una situazione di instabilità e irregolarità nel Mercato del Lavoro delle Assistenti Familiari, relativamente ai seguenti target: donne immigrate, donne giovani e adulte con un basso livello di qualifica, donne fuoriuscite dal Mercato del Lavoro.

Il progetto ha posto come obiettivo specifico l’aumento di stabilità e regolarità occupazionale delle Assistenti Familiari; ne è conseguito a cascata l’obiettivo generale di aumentare l’inclusione nel Mercato del Lavoro e socialmente delle donne immigrate.

All’interno del Catalogo dei Servizi della Regione Piemonte il progetto ha presentato il servizio di “punto di incontro permanente con le assistenti familiari”: il sistema di sportelli al centro di molte delle attività del progetto (Bilanci di competenze, informazioni sulla contrattualistica e sul
mansionario dell’assistente famigliare, facilitazione dell’incontro tra domanda ed offerta di lavoro).

Per approfondimenti: http://www.equal-iter.org

Ricollocazione lavoratori in C.I.G.S. - Lotto 5 - Vercelli/Novara - Progetto Piemonte

Il progetto ha previsto l’erogazione di un percorso di orientamento, formazione e ricollocazione rivolto a lavoratori in C.I.G.S..

Azioni preventive e curative della disoccupazione di lunga durata (2001/2003), misure A2, A3, B1 POR Regione Piemonte

Il progetto ha previsto l’erogazione di percorsi di approfondimento diagnostico, rinforzo del sé e tirocinio per differenti target.

Servizi di orientamento e supporto all’inserimento lavorativo dei soggetti di cui alle misure B1, Linea 2/5 POR Regione Piemonte

Il progetto ha previsto l’erogazione di percorsi di orientamento, rinforzo di competenze e tirocinio per differenti target.